GUGLIELMO LIBRI E IL FURTO DEL CODICE SUL VOLO DEGLI UCCELLI

Guglielmo Libri, studioso e scienziato rinomato nell’Ottocento non ha avuto alcuna difficoltà quando, avuto accesso all’Institute de France di Parigi, ha iniziato a consultare i manoscritti di Leonardo conservati all’istituto; tra questi il Manoscritto B, dove si trovavano proprio i pochi fogli dedicati.

Per tagliare i fogli ma senza destare sospetti, Libri utilizzava un filo imbevuto di acido muriatico che lasciava come segnalibro all’interno del codice e che, nel corso della notte, di fatto permetteva di staccare e asportare i fogli senza alcuna difficoltà.

Foglio dopo foglio rubò tutto il codice, per poi rivenderlo subito: cinque fogli in Inghilterra, altri tredici chissà dove; fino a quando nel 1920 lo Stato Italiano ritorna in possesso di tutti i fogli che si trovano oggi conservati alla Biblioteca Reale di Torino.

LEONARDO E' MAI ANDATO NELLO SPAZIO?

SCOPRILO NEL VIDEO...

ArteConcasBOT è disponibile su:

SCOPRI I LIBRI CHATBOT

Non perdere gli ultimi segreti del mondo dell'arte iscriviti alla mia newsletter

Iscrivendomi, accetto i termini dell' Informativa a tutela della privacy

Se vuoi sapere qualcosa in più su di me, sul mio mondo, sull’arte, su Art Rights, o ancora sulla start up dell’arte Art Backers non esitare a contattarmi..