fbpx

IL MESSICO CHE “SCORRE” NELLE VENE

“La mia balia ed io” è forse uno tra i dipinti più rappresentativi di Frida, l’espressione migliore di un concetto che ha pervaso tutta la sua vita e la sua opera: la “mexicanidad”, un legame intenso verso la propria terra natia, che va oltre il senso di appartenenza o l’identità nazionale. 

La “mexicanidad”, infatti, implica anche una strettissima connessione con l’antica civiltà messicana indigena e preispanica, con la sua religione, la sua filosofia e le sue tradizioni. 

Frida e il marito Diego sono fortemente influenzati da questa idea e ciò traspare anche dalla loro passione per il collezionismo di pezzi come statuine, idoli e altri reperti di epoca precoloniale a cui certamente la pittrice si è ispirata per la realizzazione del volto-maschera della balia nella sua opera preferita. 

Per vedere subito l’opera clicca qui sotto

ARTECONCASBOT È DISPONIBILE SU:

SCOPRI GLI ALTRI LIBRI CHATBOT

FOLLOW ME ON INSTAGRAM

NON PERDERE GLI ULTIMI SEGRETI DEL MONDO DELL'ARTE

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER

    Iscrivendomi, accetto i termini dell' Informativa a tutela della privacy

    Se vuoi sapere qualcosa in più su di me, sul mio mondo, sull’arte, su Art Rights, o ancora sulla start up dell’arte Art Backers non esitare a contattarmi…